Sede Legale

Via C. Trabalza, 76 00166 RM

+39 06 68589943

Segreteria

E-Mail

info@confederaziende.org

Aiuti una tantum e nuove strette individuali contro la pandemia
Testo D.L. 30/2021 e autocertificazione

Aiuti una tantum pari al 3% del fatturato perso dalle imprese nel 2020 e le nuove strette individuali contro la pandemia.

Il ministero dell’economia e delle finanze ha stimato che rispetto al 2019 nel 2020 il calo del fatturato delle 2 milioni e 800 mila imprese è stato di circa 400 miliardi di euro.

A fronte di tale contrazione della produzione della ricchezza del tessuto imprenditoriale italiano il governo ha stanziato circa 12 miliardi di euro pari al 3% delle predetta perdita di fatturato.

Il versamento sarà una tantum e si imputerà a 2.800.000 imprese presenti sul territorio.

Ovviamente, essendo tale misura fortemente insufficiente, il prossimo Documento di Economia e Finanza dovrebbe prevedere uno scostamento tale da consentire l’utilizzo di ulteriori fondi economici a sostegno delle aziende.

Tutto ciò si cala in un periodo di ulteriori strette delle libertà individuali laddove da oggi 15 marzo 2021 e fino al 6 aprile 2021 è in vigore il Decreto Legge che Draghi, con il nuovo governo, ha messo a punto per contrastare la propagazione della pandemia. Il neo presidente del Consiglio ha dichiarato che “a più di un anno dall’inizio dell’emergenza purtroppo c’è una nuova ondata di contagi: nell’ultima settimana più di 150mila infezioni contro le 131mila della settimana precedente, un incremento di ricoverati quasi di 5000 persone, della terapia intensiva di seicento unità. Questi numeri impongono massima cautela” (……..) “Qualche giorno fa ho ringraziato gli italiani per la loro infinita pazienza. Sono consapevole che le misure di oggi avranno conseguenze sull’istruzione dei figli, sull’economia e sullo stato anche psicologico di noi tutti. Sono necessarie per evitare un peggioramento che renderebbe inevitabili provvedimenti ancora più stringenti. Ma, a queste misure, si accompagna l’azione di governo a sostegno di famiglie e imprese e l’accelerazione della campagna vaccinale, che sola dà speranza di uscita dalla pandemia” (…). “Per venire incontro alle esigenze delle famiglie, abbiamo deciso, già nel decreto legge di oggi, di garantire il diritto al lavoro agile per chi ha figli in didattica a distanza o in quarantena. Per chi svolge attività che non consentono lo smart working, sarà riconosciuto l’accesso ai congedi parentali straordinari o al contributo baby-sitting”. (….) Riguardo i vaccini Il ritmo giornaliero attuale è di circa 170.000 somministrazioni al giorno. L’obbiettivo è triplicarlo presto. Abbiamo già ricevuto 7,9 milioni di dosi, ma contiamo su una forte accelerazione nelle prossime settimane, anche a seguito della recente approvazione del vaccino Johnson & Johnson”.

Di seguito il testo integrale del Decreto Legge 13 marzo 2021 numero 30 e l’autocertificazione per le zone rosse